Agevolazione Imprenditoria Giovanile

Finanziamenti
Legge 135/97
Legge 215/92
Home       Sitemap Contatti

Legge 95/95

Legge 95/95
La legge 95/95 prevede finanziamenti per i giovani che decidono di avviare un’attività in proprio. L’attività potrà prevedere al massimo progetti d'investimento non superiori a 2.500.000 di euro. I massimali di agevolazione variano a seconda dei territori di applicazione: nei territori più agevolati è possibile arrivare al 90% del totale degli investimenti ammissibili (tra contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato).
Beneficiari
Sono ammissibili le seguenti tipologie di società:

società in nome collettivo (s.n.c.)
società semplici (s.s.)
società in accomandita semplice (s.a.s.)
società in accomandita per azioni (s.a.p.a.)
società per azioni (s.p.a.)
società a responsabilità limitata (s.r.l.)
società cooperative (comprese le minicooperative)

Sono escluse le ditte individuali, le società di fatto.

Le società devono avere i seguenti requisiti:

maggioranza assoluta di giovani tra i 18 e i 29 anni residenti nei territori di applicazione della legge al 1° gennaio 1994
oppure totalità di giovani tra i 18 e i 35 anni residenti nei territori di applicazione della legge al 1° gennaio 1994

La maggioranza assoluta deve essere sia finanziaria (i giovani devono possedere la maggioranza delle quote/azioni del capitale della società) che numerica (i giovani devono costituire la maggioranza dei soci, comprendendo nel calcolo sia le persone fisiche che quelle giuridiche)
Settori Agevolati
Sono ammessi i settori di produzione di beni in agricoltura artigianato, industria e fornitura di servizi alle imprese.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI

Siti correlati: