Imprenditoria Giovanile Online

Finanziamenti
Legge 135/97
Legge 215/92
Home       Sitemap Contatti

Imprenditoria Giovanile Online

Iter per costituire un'impresa
Costituzione società presso un notaio (solo per società)
Richiesta numero Partita Iva presso l’ufficio Iva
Iscrizione al Registro delle Imprese oppure denuncia ala REA (Repertorio delle notizie economiche e amministrative per coloro che esercitano attività economiche e professionali non riconducibili ad Albi, Ordini e Collegi) presso la Camera di commercio della provincia ove ha sede legale l’attività
Apertura posizioni Inps e Inail
Vidimazioni libri contabili
Le normative
Le normative di riferimento sono diverse. La legge 95/95, rivolta a giovani, è nata inizialmente per il Sud ed è stata poi estesa nel 1994 ad alcune aree del Centro Nord. Questa è finalizzata a facilitare l’avvio di nuove imprese costituite prevalentemente da giovani attraverso agevolazioni finanziarie e servizi. Con il Decreto Ministeriale del 28 ottobre 1999 è stata allargata anche alle cooperative sociali di tipo “B” sia di nuova costituzione che già avviate. Destinatari delle agevolazioni sono nuove società, cooperative, o cooperative sociali di tipo “B” costituite in maggioranza assoluta da giovani tra i 18 e i 29 anni di età o interamente da giovani tra i 18 e i 35 anni. Le agevolazioni finanziarie possono arrivare a coprire una quota del 65-80% o quanto meno ottenere un mutuo a tasso agevolato fino al 60% dell’investimento.
Imprenditoria femminile
La legge 215/92 viene in aiuto all'imprenditorialità femminile, rivolta a società cooperative e società di persone composto dal 60% donne. Società di capitali le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi da donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne, nonchè a imprese individuali gestite da donne, che operino nei settori dell'industria, dell'artigianato, dell'agricoltura, del commercio, del turismo e dei servizi. Il sostegno finanziario si realizza attraverso la concessione di contributi in conto capitale fino al 50% delle spese per impianti ed attrezzature sostenute per l'avvio delle attività o fino al 30% delle spese sostenute per l'acquisizione di servizi destinati all'aumento della produttività, all'innovazione organizzativa.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI

Siti correlati: